Elezioni del Consiglio direttivo e dei Revisori dei conti per il triennio 2015/16 – 2017/18

 CANDIDATURE

 
 Annalisa Bini

 Accademia nazionale di Santa Cecilia
 a.bini@santacecilia.it
 candidata al Direttivo

Annalisa Bini

 
Annalisa Bini (Roma, 1953) dopo aver studiato pianoforte e canto si è laureata in lettere moderne con tesi in storia della musica presso l’Università “La Sapienza” di Roma, sotto la guida del Prof. Nino Pirrotta. Si è poi perfezionata in biblioteconomia presso la Scuola Vaticana (1980), e in musicologia presso l'Università di Bologna - Facoltà di magistero nel 1985, sotto la guida del Prof. Mario Baroni.

Ha svolto attività didattica come docente di biblioteconomia musicale, storia dell’editoria musicale e museologia musicale. Ha svolto e svolge intensa attività di ricerca in campo musicologico, tenendo conferenze, curando mostre e prendendo parte a convegni. Ha pubblicato numerosi saggi e diversi volumi dedicati alla musica e al teatro musicale del XVIII e XIX secolo, in particolare su Rossini, Donizetti, i grandi cantanti, l’editoria musicale dell’Ottocento, e la storia dell’Accademia di Santa Cecilia.

Dal 1975 al 1980 ha svolto attività didattica e di ricerca presso il Museo nazionale degli strumenti musicali di Roma. Dal marzo 1980 lavora presso l’Accademia nazionale di Santa Cecilia, dapprima come bibliotecaria musicale, successivamente come Responsabile delle attività culturali e didattiche, infine dal 2009 è Direttore delle attività culturali, Bibliomediateca e Museo degli strumenti musicali dell’Accademia. In questo ruolo è stata ed è Project manager di diversi progetti europei ai quali ha partecipato e partecipa l’Accademia a partire dal 2004.

È membro del Comitato scientifico della Fondazione Rossini di Pesaro, della Società Italiana di musicologia e dell’International Council of Museum. Dal luglio 2013 è Accademica effettiva di Santa Cecilia.



Iscritta alla IAML dal 1985, dal 2012 è vicepresidente della IAML-Italia. Come membro del direttivo, in questi anni ha cercato di promuovere la più stretta collaborazione con le organizzazioni di riferimento per i bibliotecari, gli archivisti e gli operatori di Museo, favorendo i contatti fra studiosi e professionisti e accogliendo presso l’Accademia la nascita del MAB Lazio.

Nel riproporre la propria candidatura al direttivo IAML-Italia, intende offrire la propria collaborazione ed esperienza all’Associazione, con l’obiettivo di rilanciare la professione del conservatore di beni musicali in Italia, potenziare i rapporti internazionali, incoraggiare ulteriormente lo studio del patrimonio musicale e la ricerca attraverso le nuove tecnologie, anche in vista del prossimo Annual meeting che si terrà nel luglio 2016 per la prima volta a Roma, presso l’Auditorium Parco della Musica, sede dell’Accademia di Santa Cecilia.

Annalisa Bini